Salta al contenuto
Rss




La Comunità Collinare "Tra Baraggia e Bramaterra" è costituita da 4 comuni:


ComuneSito Ufficiale
Castelletto Cervowww.comune.castellettocervo.bi.it
Gifflengawww.comune.gifflenga.bi.it
Mottalciatawww.comune.mottalciata.bi.it
Villa del Boscowww.comune.villadelbosco.bi.it


L'atto di nascita: La Comunità Collinare "Tra Baraggia e Bramaterra" è nata uficialmente il 7 dicembre 2001


Organigramma

Presidente : Un sindaco dei Comuni aderenti eletto dal Consiglio
Giunta : I sindaci dei restanti Comuni
Consiglio : 2 consiglieri per ciascun Comune
(un rappresentante di maggioranza e uno di minoranza)


Che cos'è la Comunità Collinare "Tra Baraggia e Bramaterra"

La Comunità Collinare "Tra Baraggia e Bramaterra" è anzitutto un'Unione, vale a dire un Ente locale dotato di personalità giuridica, di pari dignità rispetto ai Comuni, degli stessi elementi costitutivi quali territorio e popolazione, con uno statuto che definisce sede, organi, modalità gestionale, funzioni organizzative, rapporti anche finanziari con i Comuni associati (art. 32 del T.U. degli Enti Locali).


Ma tale Unione è nel contempo anche una Comunità Collinare, ovvero un'associazione volontaria di Comuni mirata alla salvaguardia delle zone collinari marginali con particolare attenzione all'ambiente naturale, alla valorizzazione delle risorse umane, alla tutela recupero e promozione delle tradizioni storiche, culturali e religiose, alla riduzione dell'esodo delle popolazioni e alla difesa del suolo e perciò beneficiarla di interventi e fondi regionali specifici ai Comuni relativi, specie se classificati dalla Regione Piemonte "molto svantaggiati" (Legge Regionale Piemonte 28-02-2000 n. 16 - Provvedimenti per la tutela e lo sviluppo dei territori e dell'economia collinare).


Il perchè di un nome

Il fine di una Comunità Collinare è istituzionalmente quello di individuare e definire - in prima istanza -, nell'ambito della tutela dei prodotti della Collina Piemontese, quelli alimentari ed artigianali tipici, favorendone la promozione e la commercializzazione insieme alla valorizzazione degli elementi di attrattiva turistica di carattere naturalistico, ambientale, culturale, paesaggistico, storico ed architettonico. I Comuni che hanno infine deliberato di condividere l'avventura di questa esperienza associativa collinare appartengono a due ambiti territoriali e culturali connotati da rispettive realtà peculiari di rilievo.
Mottalciata e Castelletto Cervo, che gravitano nell'area residuale della cosiddetta "Savana Piemontese", un unicum geologico, floristico e faunistico che un tempo occupava oltre 40 mila ettari di brughiera tra il Biellese pedemontano e il Vercellese, ora per lo più trasformata in terra di coltura-risicola intensiva, caratterizzante in tal modo la produzione agricola locale. Villa del Bosco, che rappresenta invece il "cuore" di una vocazione enologica di alto pregio condivisa da altri sei Comuni (Sostegno. Lozzolo, Roasio, Brusnengo e Masserano), vale a dire del Doc Bramaterra (la definizione deriva proprio dal nome di una località del suo territorio presso la frazione Orbello).
Se si considera poi la configurazione piuttosto anomala del complessivo territorio comunitario risultante dall'insieme delle due zone, come non pensare ad una denominazione per così dire dinamica, nella varietà ambientale e produttiva nettamente antitetica e insieme convergente - ma davvero stimolante sul piano gastronomico - tra riso e vino?


I servizi condivisi dai 4 Comuni

  • Sportello unico delle attività
  • Sportello unico dell'edilizia
  • Servizio tributi
  • Servizio tecnico e gestione del territorio
  • Realizzazione della banca dati cartografica informatizzata
  • Attivazione corsi di formazione del personale
  • Informatizzazione delle strutture e delle procedure
  • Attività culturail


I vantaggi dell'associazione

  • Utilizzo congiunto di mezzi e personale
  • Attivazione di nuovi servizi
  • Maggior peso nei confronti di Consorzi appaltatori di servizi pubblici
  • Realizzazione di economie di scala (acquisti di forniture, gestione del personale e di attrezzature, disponibilità di presonale qualificato)
  • Incentivi finanziari
  • Contributi (provinciali, regionali, statali, europei)
  • Promozione di logiche di solidarietà politica tra Comuni
  • Progettazione e gestione delle iniziative per lo sviluppo locale
  • Ripensamento del proprio ruolo nei confronti degli attori pubblici e privati
  • Assunzione di un peso politico più rilevante nei confronti degli altri attori pubblici
  • Acquisizione di maggiore visibilità verso l'esterno




Inizio Pagina Comune di MOTTALCIATA (BI) - Sito Ufficiale
Via Martiri della Liberta' n.15 - 13874 MOTTALCIATA (BI) - Italy
Tel. (+39)0161.857112 - Fax (+39)0161.857612
Codice Fiscale: 00374120020 - Partita IVA: 00374120020
EMail: urp.mottalciata@ptb.provincia.biella.it
Posta Elettronica Certificata: mottalciata@pec.ptbiellese.it
Web: http://www.comune.mottalciata.bi.it


|